TAV o non TAV?

Iniziamo! :)

Questione abbastanza spinosa…

Nel resto dell’Europa si stanno tutti (ambientalisti francesi compresi) chiedendo per quale motivo ci sono centinaia di persone incazzate come vipere per un tunnel che alleggerirebbe non solo il traffico ferroviario italiano, ma anche il traffico stradale sulla direttrice del Frejus (creando di fatto, forse, il più importante corridoio di comunicazione col Mediterraneo).
Nel resto dell’Europa si chiedono come mai gli italiani sono così restii a fare grandi opere (nel 2000 l’Italia contava 19423 km di ferrovie, contro i 32682 km della Francia e i 45514 della Germania, fonte World Fact Book 2004).
In Francia e in Germania è presente già da molti anni una infrastruttura nazionale e transnazionale di ferrovie (in questa la Francia è davvero maestra: treni Eurostar sfrecciano a 300 km\h tra Parigi e Londra, così come alla stessa velocità si può andare da Parigi ad Amsterdam o a Colonia comodamente seduti su un Thalys), mentre nel 2004 in Italia è attivo solo un troncone di alta velocità tra Milano e Bologna, ed è in fase di ultimazione un altro breve tratto tra Roma e Napoli.
Svezia e Danimarca ridono di gusto quando sentono gli italiani dire “il ponte sullo stretto è un’opera inutile”, visto che ormai non è più necessario prendere il traghetto non solo per spostarsi tra un’isola e l’altra della Danimarca, ma anche tra le due nazioni, grazie al ponte sull’Oresund.

Guardiamo alla questione Val di Susa dal punto di vista “tecnico”, senza lasciarci influenzare dagli scontri, dalle cariche e dalle occupazioni abusive.

Già abbiamo detto che i francesi sono maestri delle ferrovie veloci. Ce ne hanno dato la dimostrazione un po di tempo fa, quando un servizio dei loro treni TGV andava sparato a 300 orari tra, guarda un po, Lione e Torino. Il servizio della società Artesia (ovvero una joint venture tra SNCF e Trenitalia) è stato sospeso ad Aprile dello scorso anno non tanto per ritardi, guasti sulla linea, o altri fattori tecnici… No, è stato sospeso perchè i treni viaggiavano con un passivo di 6 milioni di euro all’anno. Troppo, anche per la SNCF.

Eppure c’è un progetto per una nuova, grande linea. E prevede di sforacchiare una montagna in cui vi sono stati trovati giacimenti di amianto e uranio, per portare poi i “rimasugli” nelle discariche a non più di 30 km dalla zona. E aggiungo che guarda caso, da lato francese, l’impresa appaltatrice dei lavori è la Rocksoil, che guarda caso fa capo all’ing. Pietro Lunardi (ops, no, scusate, alla moglie…).

Forse bisognerebbe spiegare al resto dell’Europa a chi si fanno fare e come vengono fatti qua in Italia i progetti delle grandi opere.
Qua in Italia anzichè spendere 10 per ammodernare una linea già esistente si preferisce spendere 1000 (facendo andare chissà quanto nelle tasche di un minis… scusate, della moglie di un ministro)…
Qua in Italia si preferisce fare un ponte su uno Stretto quando per andare da Messina a Palermo ci vogliono quasi 4 ore, mentre sul “continente” la stessa distanza si fa con 2 ore scarse…
Qua in Italia si fanno passare per “grande opera” pochi chilometri di autostrada aperti (ovviamente in un solo senso di marcia) dopo forse 30 anni di lavori…
Qua in Italia città che hanno più abitanti di Madrid o Monaco di Baviera hanno 2 o 3 linee di metro contro le 9 e più delle due città appena nominate, e i pochi soldi destinati a cambiare la situazione vengono misteriosamente “cancellati” dagli aiuti governativi…
Qua in Italia anzichè ascoltare proposte intelligenti si manda la polizia a pestare, e di rimanere con la stessa faccia di un prete la domenica dicendo che “non ci sono stati scontri”…

Continuiamo a farci ridere in faccia… tanto, che ci frega, …chist’ è ‘o paese d’o’ sole!

Per chi volesse approfondire, lascio un po di links:
per un analisi (di parte) del progetto TAV http://www.notavtorino.org/documenti/Scheda%20NOTAV.pdf
per un dossiersul TAV http://www.repubblica.it/speciale/2005/dossier_tav/index.html?ref=hppro
per chiarire qualche domanda sul ponte sullo stretto http://www.noponte.org/2004/faq/faq.htm
per chiarire la questione della Palermo-Messina http://www.girodivite.it/article.php3?id_article=1459

Annunci

Informazioni su brux

Ho 32 anni, ho studiato ingegneria e vivo in uno schifo di città (Roma) invidiata da tante persone. Per tanti anni ho cercato di capire il perchè di questa invidia, e dopo otto mesi vissuti in Germania credo di averlo capito, questo perchè. Adoro i gatti, la montagna, i paesi scandinavi. Ogni tanto strimpello la chitarra, solo ogni tanto e per poco, perchè poi i vicini si incazzano. Sono paranoico e rompicoglioni, ma probabilmente sta riga non l'avete letta perchè siete passati già ad un altro sito...
Questa voce è stata pubblicata in Bel paese, Politica, Scazzo. Contrassegna il permalink.

7 risposte a TAV o non TAV?

  1. robydick ha detto:

    Grande articolo Dark!
    Io sottoscrivo tutto quanto hai detto, opinioni personali comprese.

    Certo, per questo “vero” esordio scegli proprio un argomentino facile facile, ma tant’è, lo sai, la coscienza è libera se non la si comanda. Hai argomentato molto bene, documentando anche, ergo credo proprio che hai talento e obiettività.

    Ho scritto parecchio anch’io sull’argomento qui: http://www.tavernaweb.net/forum/viewtopic.php?t=194
    Non è uno spam, solo che è tanta roba e riscriverla, sai com’è! :-)

    Continua così! Se non è un problema ti seguo volentieri nel tuo blog. :D

  2. Paperluca ha detto:

    Dark sarebbe un ottimo tipo da taverna.
    Sull’argomento non vorrei sbilanciarmi perchè ne so poco, ma da quanto ho letto da ambo le parti mi sembra una #@[]#@[[þ][[]²³¹%¼³.

  3. robydick ha detto:

    ahahah! Paper, quoto tutto il tuo commento. ;)
    Dark, se vieni in Taverna sei SuperBenvenuto! :clap:

  4. ice ha detto:

    Qua in Italia si preferisce fare un ponte su uno Stretto quando per andare da Messina a Palermo ci vogliono quasi 4 ore, mentre sul “continente” la stessa distanza si fa con 2 ore scarse…

    Qua in Italia città che hanno meno abitanti di Madrid o Monaco di Baviera hanno 2 o 3 linee di metro contro le 9 e più delle due città appena nominate…

    scritte così mi pare che in realtà non ci siano contraddizioni
    si fa un ponte per andare + in fretta e limitare le ore di attesa e i problemi di scioperi e quant’altro nel primo caso, nel secondo città che hanno meno abitanti logicamente abbisognano di meno linee (forse volevi scrivere più abitanti?)

    io comunque non darei tutta la colpa alle forze dell’ordine, i sindaci che hanno chiamato i “guerriglieri” dei centri sociali non hanno di certo meno responsabilità negli scontri. è indubbio che faccia molto comodo scaricare la responsabilità una volta su uno una volta sull’altro a seconda da che parte si sta, ma spesso l’equilibrio e la verità stanno nel mezzo.

    inoltre pure la francia ha accettato di far passare i treni da quella parte, non penso che fossero interessati a dare soldi alla moglie di lunardi e soprattutto non si sognerebbero mai di farlo per fare un favore agli “inferiori” italiani.

    persino ciampi si è sbilanciato dicendo che è un’opera da farsi, il che non avviene spesso.
    penso che in italia non ci sia (più) la cultura delle grandi opere e di conseguenza neanche l’abitudine a gestirle.
    il “grattacielo” + alto è il pirellone… che è alto come un condominio lituano… come hai fatto notare abbiamo poche tratte ferroviarie rispetto ad altri paesi (francamente le trovo sufficienti, sarebbe + auspicabile migliorarle) le autostrade non sono adeguate al traffico (però chi è passato dalla polonia – ke è nell’unione europea – o dalla croazia di certo non si può lamentare)

    detto questo capisco gli abitanti della zona che non vogliono rischiare la salute (se ci fosse qualcun altro a gestire i lavori magari si fiderebbero di +) e trovo i costi e i tempi davvero spropositati.
    l’utilità dell’opera viene meno se non si obbliga il trasporto merci su gomma a viaggiare su rotaia (che è in pratica il beneficio maggiore che apporterebbe quest’opera visto che di andare a parigi in 4 ore non gliene frega niente a nessuno dato che con le compagnie low cost ci si arriva prima e spendendo meno in aereo)
    quindi personalmente sono scettico sulla realizzazione (soprattutto sapendo chi la deve realizzare) ma non contrario
    sono solidale con i residenti ma non condivido assolutamente le proteste violente (e non dite che la colpa è tutta della polizia, perché se uno si porta i bastoni quando va a manifestare di sicuro non lo fa perché fa fatica a camminare senza)
    come spesso accade in italia è impossibile dialogare tra parti avverse, non si arriva mai a compromessi nel nostro paese, tranne quando bisogna portare la fiorentina in serie A o spalmare i debiti delle altre squadre

    all this imho :P

  5. Brux ha detto:

    @ice:

    ho espresso male il concetto: intendevo dire che città come Berlino, Monaco, Madrid che hanno molti meno abitanti di Roma hanno 8 oppure 9 linee di metropolitana cadauna, mentre Roma ha 2 metro sole (3, se conti la linea C per la quale i lavori sono iniziati da pochissimo).

    Per il ponte: io trovo assurdo fare opere di quella portata dando come giustificazione il completamento di un corridioi internazionale. Voglio dire, non ha senso portare avanti un opera ciclopica come quella del Ponte sullo stretto quando, una volta in Sicilia, per fare distanze come quelle tra Roma e Napoli ci vuole circa il doppio del tempo. Senza valutare poi l’impatto ambientale che avrebbe l’opera e i rischi geologici che essa comporta nel periodo di costruzione.
    Con i soldi che costa si potrebbe benissimo potyenziare il servizio marittimo, terminare la Palermo – Messina e, se proprio non vogliamo tocca l’altra parte del mare, rifare un pezzettino di A3 dalle parti di Reggio Calabria (non so se ci siete mai stati, ma l’autostrada a Reggio finisce in una stradina a piccola piccola di periferia…)

    Poi, per il TAV, come ho già detto penso che sia inutile proprio perchè non fa più gola a nessuno. Finche da Roma a Parigi ci vogliono 2 ore di aereo contro una notte (?) di treno dubito fortemente che una persona comunque conti di prendere il Palatino e di passare in Val di Susa.

    Ovviamente IMHO :)

  6. Paperluca ha detto:

    Ed ecco che il blog si è trasformato in un forum!! UAHUHAUHAUHA!!
    Nei blog o si legge senza discutere o non si legge.

  7. Brux ha detto:

    m’era sfuggito sto commento… NUN ROMPE!!! :D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...