Una sofferta maternità

Ci hanno provato. Ci hanno messo tutta la buona volontà, hanno cercato di voltare le spalle ai veri proprietari dell’Italia per fare una legge che renda normale anche qui da noi qualcosa che nei paesi europei che citiamo spesso come “modello sociale” è cosa comune di tutti i giorni.

Era un progetto di legge che addirittura il presidente della Democrazia Cristiana per le Autonomie aveva definito “una legge giusta, necessaria e fondamentale”.

Le buone intenzioni c’erano tutte. L’idea dei Dico era addirittura partita da una ex-democristiana, per quanto sui generis. E per quanto fosse un minuscolo passo in avanti, visto che non era altro che una catalogazione delle coppie di fatto, avrebbe rappresentato una innovazione enorme per questo paese. Finalmente qualcuno aveva osato opporsi al concetto di famiglia fondata sul matrimonio.

E finalmente ho visto voci levarsi contro San Pietro. Voci di parlamentari, di politici, di gente comune che finalmente ha iniziato a dire ad alta voce alla CEI “fatevi i cazzi vostri”.

E forse non si sono resi conto che purtroppo non siamo più l’Italia di aborto e divorzio. Non siamo più quell’Italia che ha gridato per un diritto diverso da quello ecclesiastico. Continuiamo solo ad essere umili servi di Via della Conciliazione.

Quella della politica estera era solo una copertura.: dovevano fare in modo di affossare tutto, rendere impossibile qualsiasi cosa contraria al diritto canonico. Hanno parlato di 12 punti su cui non si può discutere, e i Dico tra questi 12 punti non ci sono. Quindi sono discutibili. E quindi, visto che la vecchia DC si sa riciclare molto bene sia a destra che a sinistra, verranno affossati.

Qualcuno pensa che questo è stato un colpo basso di un industriale e di un vecchio saggio della Repubblica. Però c’è un fatto, innegabile: 158 più 4 fa 162, e ne servivano solo 160 per andare avanti con le speranze. E Prodi ha una maggioranza che a 160 ci sarebbe arrivata sa sola, senza Pininfarina e Andreotti.

Bel lavoro che avete fatto, sig. Turigliatto e sig. Rossi. Gran bel lavoro.

Annunci

Informazioni su brux

Ho 32 anni, ho studiato ingegneria e vivo in uno schifo di città (Roma) invidiata da tante persone. Per tanti anni ho cercato di capire il perchè di questa invidia, e dopo otto mesi vissuti in Germania credo di averlo capito, questo perchè. Adoro i gatti, la montagna, i paesi scandinavi. Ogni tanto strimpello la chitarra, solo ogni tanto e per poco, perchè poi i vicini si incazzano. Sono paranoico e rompicoglioni, ma probabilmente sta riga non l'avete letta perchè siete passati già ad un altro sito...
Questa voce è stata pubblicata in Laicità, Papa, Politica, Prodi, Scazzo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Una sofferta maternità

  1. Claudio ha detto:

    Era senz’altro meglio tenere su il governo che farlo cadere… ma ieri ho appreso che il governo prodi HA AUMENTATO LE SPESE MILITARI DEL 13,7 % (Per le missioni del CAZZO !!!! )
    Mentre noi Precari stiamo come stiamo…

    COMPLIMENTI !!!

    Cl.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...