Un E-Mail ad alte sfere…

Sta botta mi sono incazzato. E di brutto.

Ho appena inviato una E-Mail al Ministrone dell’Economia, Padoa-Schioppa. O meglio, al suo portavoce, il dottor Fenu, visto che sul sito del ministero non c’è traccia di un modo per interagire direttamente con Padoa. Ve la riporto:

Gentilissimo Dottor Fenu,

mi rivolgo a Lei in qualità di portavoce del Ministro dell’Economia e delle Finanze dopo aver letto pochi minuti fa, in un articolo sul sito del quotidiano “La Repubblica” (reperibile all’indirizzo LINK) riguardo le dichiarazioni del Ministro Padoa-Schioppa sugli incentivi per gli affitti. In particolare, mi sono soffermato sul seguente passo:

“Tra gli interventi contenuti nella Finanziaria 2008, il ministro dell’Economia ha confermato che la manovra prevede anche un provvedimento che permetterà di mandare fuori dalle case dei genitori quelli che Padoa-Schioppa chiama i “bamboccioni”. La norma proposta dal governo offrirà un sostegno economico ai giovani che cercano casa in affitto: una soluzione alternativa alla permanenza in casa con mamma e papà ben oltre la maggiore età. “E’ un’idea importante”, ha precisato il ministro e tale è stata riconosciuta dalle altre forze politiche anche della coalizione che però hanno sollevato qualche protesta per l’appellativo scelto da Padoa-Schioppa. Manuela Palermi, capogruppo del Partito dei comunisti al Senato ha parlato di “un infelice epiteto” e Paolo Franco della Lega, ha detto che quello del ministro è stato “un epiteto che offende tutti i giovani, anche i quarantenni che spesso si trovano a dover dividere la propria famiglia con i genitori”.”

Spero vivamente che sia stata una leggerezza del cronista di Repubblica nel riportare affermazioni di questo calibro. Dare del “bamboccione” a milioni di cittadini italiani che faticano da precari magari 10 ore al giorno per guadagnarsi 500 o 600 euro al mese, con il sogno di potersi permettere un autonomia economica stabile e poter finalmente avere una propria casa e mettere su famiglia, mi sembra oltre che fuori luogo assolutamente delirante e inqualificabile.

Se invece il Signor Ministro ha detto veramente quello che il cronista ha riportato, forse ha dimenticato che non tutti i cittadini hanno uno stipendio come quello che prende ogni mese il Dottor Padoa-Schioppa. Forse il Signor Ministro non sa che lo scorso mese tutto quello la Ericsson S.p.A. era disposta a offrire a un neolaureato come il sottoscritto era un contratto di 6 mesi a 500 Euro lordi al mese, a titolo di rimborso spese, e non credo che 500 Euro lordi al mese possano permettermi di vivere in affitto in una città come Roma. E forse il Signor Ministro ha dimenticato anche che non tutti gli italiani hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato che permetta una sicurezza economica tale da concedersi il pagare tutti i mesi un affitto ed avere allo stesso tempo una vita dignitosa. E forse il Signor Ministro dovrebbe pensare due volte alla reale situazione dei giovani italiani prima di insultare molte persone che lo hanno eletto, compreso il sottoscritto.

Distinti saluti

Non aggiungo altro, se non che sono veramente disgustato.

Annunci

Informazioni su brux

Ho 32 anni, ho studiato ingegneria e vivo in uno schifo di città (Roma) invidiata da tante persone. Per tanti anni ho cercato di capire il perchè di questa invidia, e dopo otto mesi vissuti in Germania credo di averlo capito, questo perchè. Adoro i gatti, la montagna, i paesi scandinavi. Ogni tanto strimpello la chitarra, solo ogni tanto e per poco, perchè poi i vicini si incazzano. Sono paranoico e rompicoglioni, ma probabilmente sta riga non l'avete letta perchè siete passati già ad un altro sito...
Questa voce è stata pubblicata in Scazzo. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Un E-Mail ad alte sfere…

  1. veronica ha detto:

    Perché non giri la mail anche alla redazione de La Repubblica? secondo me te la pubblicherebbero…ed avresti anche buona compagnia.
    Su quanto scritto…ben fatto. Confermo e sottoscrivo. Quando i nostri politicanti da strapazzo arriveranno alla pensione con mille euro al mese dopo aver lavorato minimo 35 anni, mantenendo durante il loro periodo di lavoro uno stipendio mensile di millecinquecento-duemila euro lordi al mese, come i nostri genitori, allora forse potrò discutere con loro…non ancora “alla pari”, ma potrò discutere come se stessi parlando con un qualsiasi cittadino italiano medio.
    Prima di allora facessero tutti silenzio, Padoa Schioppa per primo.
    Per quanto riguarda la situazione lavorativa…sul mio blog ne ho parlato fin troppo. Almeno la Ericsson ti avrebbe pagato in contanti..io ho lavorato sei mesi venendo pagata in buoni pasto (e altri cinque in modo totalmente gratuito), ma questo già lo sai.
    Non credo che i figli di Padoa Schioppa rientrino nella categoria dei “bamboccioni”. Probabilmente il paparino ha già provveduto a sistemarli più che bene nel magico mondo dei raccomandati..

  2. Claudio ha detto:

    ….Allora lo vedi che non faccio poi così male ad essere incazzato… ce lo farei sta io sto signore coi contratti da precario a 1000 euro al mese e ogni tanto 3-5 mesi senza esse pagato… Se non c’avevo casa de nonna COR CAZZO che potevo annammene da casa…

    C.

  3. Paperluca ha detto:

    Vivono su un altro pianeta.

  4. rododentro ha detto:

    già
    bella faccia da culo.
    domani su M
    c’è una mia vignetta
    sull’argomento.
    spero che sia tonda.

    rodo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...